Category Archives: News

I Rotary Bolognesi per il progetto Casa Di Strada

I Rotary Bolognesi per il progetto Casa Di Strada

Giornata mondiale del dono 

Otto Club Rotary dell’Area Felsinea insieme per il progetto “Casa di Strada”:

Bologna Ovest G. Marconi, Bologna Nord, Bologna Sud, Bologna Valle dell’Idice, Bologna Carducci, Bologna Valle del Savena, Bologna Valle del Samoggia e Bologna Galvani,I Rotary Bolognesi

donano un furgone Volkswagen Caddy a Fare Insieme

Cerimonia di consegna giovedì 7 dicembre 2017 presso la concessionaria CSA  di Anzola.

A ricevere le chiavi dalle mani del Dott. Paolo Giacci e dall’Ing. Fauto Arcuri attuale presidente del Rotary Bologna promotor dell’iniziativa di dono,  il Presidente di Fare Insieme, Marco Cecchini

Alla cerimonia sono presenti tutti gli 8 presidenti del Gruppo Felsineo.

 

Il Progetto Casa di Strada

Da tempo ci impegnamo nell’assistenza ai senza dimora a Bologna. Lo facciamo con volontari che a piedi percorrono le strade del centro.

Portiamo un poco di viveri, una parola di conforto e soprattutto abbigliamento invernale nelle note più fredde.

Il Kit freddo è costituito da Un sacco a pelo, berretta e guanti di lana ed una sciarpa.

E’ ovvio che questo intervento è sicuramente poco rispetto a quanto sarebbe necessario fare, ma soprattutto l’aspetto logistico è un freno.

Portarsi dietro a piedi quanto necessario è sicuramente difficoltoso.

Ora grazie a questa donazione non più. Abbiamo finalmente un automezzo attrezzato (Stipetti, ripiani) ed in grado di permetterci di trasportare un numero considerevole di  Kit freddo, termos di caffè e the in mobilità per la città.

 

 

 

Fare Insieme e Fiori di Campo per i bambini del Sant’Orsola

Fare Insieme e Fiori di Campo per i bambini del Sant’Orsola

Un Antropometro alla Pediatria del Sant’Orsola

Mercoledì 6 dicembre abbiamo consegnato lo strumento diagnostico.
Al centro l’Antropometro, a destra la Professoressa Mazzanti, a Sinistra Elisa

Come e perché un Antropometro

Grazie ad un’amica comune verso primavera ho conosciuto Elisa Bertieri la presidente di Fiori di Campo Onlus, una piccola Associazione impegnata con molto entusiasmo e concretezza verso i bambini che debbono loro malgrado frequentare l’Ospedale Sant’Orsola qui a Bologna. Sono rimasto affascinato dalla sua determinazione, dall’impegno di volontariato e dalla concretezza organizzativa.

Quando mi ha proposto di raccogliere insieme fondi per acquistare uno strumento diagnostico utile per curare i bambini, ho aderito all’iniziativa immediatamente ritenendo che questo progetto fosse per altro perfettamente in sintonia con la nostra missione: Fare insieme.

Così noi abbiamo fornito i fondi, Fiori di Campo ha fornito la consapevolezza di come aiutare concretamente l’Ambulatorio di Malattie Rare del Policlinico Sant’Orsola attraverso l’acquisto di uno strumento dal nome molto complicato “Antropometro”.

L’Ambulatorio Malattie Rare ad oggi segue oltre 2000 bambini che presentano sindromi rare genetiche.  E’ centro HUB della Rete Hub&Spoke per le Malattie Rare Pediatriche della Regione Emilia Romagna, opera all’interno di Pediatria del Policlinico S. Orsola Malpighi di Bologna. Cura e studia malattie rare che si manifestano durante l’infanzia, assiste bambini e famiglie, ricerca nuove terapie e metodologie di diagnosi e follow-up. E’ coordinato dalla Professoressa Laura Mazzanti.

Debbo dire sinceramente che quando Elisa me lo ha proposto sono rimasto perplesso pensando a quale apparecchiatura complicata dovessimo acquistare, poi documentandomi ho scoperto che è semplicemente uno strumento per misurare l’accrescimento del corpo, anche se estremamente preciso e di necessità vitale per l’ambulatorio. Sembra strano ma non ha neanche una lucetta, tutto meccanico.

Come è nostra prassi infatti non vogliamo finanziare gli acquisti di macchinari o materiali, per trasparenza verso i nostri sostenitori preferiamo farlo direttamente noi. Così dopo una serie di contatti via Internet con il Produttore abbiamo trovato a Madrid dove acquistarlo al miglior prezzo.

Mercoledì 6 novembre con Elisa abbiamo consegnato l’Antoometro alla Professoressa Mazzanti ed  è stata per me una grandissima soddisfazione vedere la sua gioia e riconoscenza nel riceverlo.

Continueremo ad aiutare Fiori di Campo con un’attività di crowdfunding per raccogliere i fondi necessari ad allestire la sala d’attesa dell’ambulatorio con giocattoli e quanto altro possa servire a confortare ed allietare i bambini in questo luogo.

Grazie Elisa per quanto fai per alleviare il disagio di questi piccoli pazienti e grazie alla Professoressa Mazzanti e a  tutto il personale dell’ambulatorio per la loro insostituibile attività di assistenza e ricerca.

Marco Cecchini

Presidente
Fare Insieme

 

Bologna, quel reparto è una rarità: solo donne in camice bianco

(foto dall’articolo di Repubblica del 7 marzo 2017)

Antropometro Harpenden

L’antropometro di “Harpenden” è uno strumento di precisione per misure di lunghezza e di diametro. Le sue branche intercambiabili di varia foggia, consentono di rilevare con precisione millimetrica le dimensioni del corpo umano senza incorrere in errori. Il contatore numerico (digitale) consente di leggere direttamente le misurazioni.

25 Febbraio 2017 – Rotary Day all’Antoniano di Bologna

25 Febbraio 2017 – Rotary Day all’Antoniano di Bologna

I Rotary Felsinei all’Antoniano

Anche quest’anno Fare Insieme contribuisce all’organizzazione del Rotary Day all’Antoniano con 30 Kit igiene, suddivisi in 15 per donna e 15 per uomo.

Kit Igiene

Shampoo

Bagnoschiuma

Sapone mani

Rasoio (uomo)

Schiuma barba (uomo)

Assorbenti (donna)

Dentifricio

Spazzolino

Questo l’allestimento fatto dai nostri volontari

 

 

Donazione “la Zuppa della Bontà” alla mensa di Padre Domenico

Donazione “la Zuppa della Bontà” alla mensa di Padre Domenico

la Zuppa della Bontà” alla mensa di Padre Domenico

Nel cuore di Bologna presso la parrocchia della Chiesa di San Giacomo Maggiore e l’Oratorio di Santa Cecilia in Via Zamboni, uno dei luoghi più sensibili del centro, il prezioso lavoro di Padre Domenico contribuisce a fornire giorno per giorno pasti caldi alle persone bisognose.

I suoi racconti e quelli dei suoi collaboratori sono pieni di intense testimonianze che oltretutto sono davvero sotto gli occhi di tutti. Riportiamo l’esempio del video ” Mi chiamo Lele” realizzato grazie al lavoro del Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna, importante testimonianza di vita.

 

Grazie alla donazione di una Signora vicina a Padre Domenico oggi sono state donate 36 “Zuppe della Bontà”, promosse dal PROGETTO ARCA, alla mensa di Santa Cecilia.

“Faremo almeno 4 minestroni con tutta questa Bontà!” ha tuonato Padre Domenico che insieme alle cuoche Cristina e Maria sono già all’opera per gli ospiti di mezzogiorno!

IMG_7797

 

 

Per un pasto caldo Dona subito anche tu:

Fare Insieme Onlus
Via Giacomo Matteotti 161
40013 Castel Maggiore (BO)
C.F./P.IVA 91374330370
Conto Corrente Bancario presso Banca di Bologna – agenzia di Castel Maggiore
IBAN:IT76 W088 8336 7400 3200 0322 169

Causale: “Pasto Caldo per Senza Tetto 2015 ”

5 postazioni computer per “la Piazza dei Colori”

5 postazioni computer per “la Piazza dei Colori”

Lettera del Presidente di Angolo B

Carrissima Fare Insieme Onlus, Gentilissimo Presidente Ing. Marco Cecchini,
innanzitutto la ringraziamo molto per aver selezionato la nostra realtà per destinare le 5 postazioni e qui di seguito proseguiamo nel dettagliarne la destinazione.

Questi 5 computer pronti all’utilizzo ci permetteranno di attivare un progetto che abbiamo a cuore da tempo ma che non ci era stato ancora possibile attivare: la creazione di n.2 internet café gratuiti in Piazza dei Colori e dintorni.

Il primo, vedrà la creazione di 2 postazioni pc all’interno della nostra sede di piazzadeicolori21 e nella piccola biblioteca che gestiamo: saranno un ottimo supporto al laboratorio compiti gratuito che offriamo ai nostri bimbi e uno strumento in più per rendere più interattivi i corsi di italiano per le mamme migranti che vivono nel nostro quartiere. Inoltre, vorrei attivare con i miei ragazzi una serie di laboratori sull’utilizzo consapevole dei social network, che è un punto che mi sta molto a cuore, specie per i giovanissimi.

Gli altri 3 computer invece vorremmo destinarli agli amici del centro di accoglienza di via Pallavicini 12, a due passi da Piazza dei Colori. Pallavicini 12 nasce dall’unione di Rostom e Casa Willy ed è una struttura per profughi e persone senza dimora. Sembra una piccola cosa, ma grazie a queste postazioni computer chi è lontano dalle persone che ama potrà mettersi agevolmente in contatto con loro, parlare tramite Skype, scriversi una mail per rassicurare le famiglie lontane.

In piazzadeicolori21 diciamo che è con le piccole cose che si migliora la qualità della vita delle persone, e voi ci state dando l’opportunità di dimostrarlo ancora una volta. Grazie di cuore!

Con stima e gratitudine,

Annabella Losco
Presidente angoloB e responsabile progetto piazzadeicolori21
associazione angoloB – progetto piazzadeicolori21
Sede legale e operativa:
Piazza dei Colori 21 a/b, 40138 Bologna
www.facebook.com/piazzadeicolori21

I volontari di Fare Insieme Onlus in Piazza per “la Zuppa della Bontà”

I volontari di Fare Insieme Onlus in Piazza per “la Zuppa della Bontà”

Grazie ai volontari che hanno reso possibile svolgere la raccolta per la Zuppa della Bontà

Con grande soddisfazione il Presidente di Fare Insieme Onlus Ing. Marco Cecchini  ringrazia per la preziosa collaborazione i numerosi volontari, tra i quali in particolare il corposo gruppo del Rotaract Bologna, che nelle giornate del 3 e 4 ottobre in strade e piazze hanno contribuito a rendere questa iniziativa un luogo di beneficenza.

Seguiranno per tutto il mese di ottobre altrettanti banchetti per promuovere attraverso l’iniziativa la zuppa della bontà il Progetto Casa e Accoglienza che ha riscontrato un’importante consenso e sostegno dai cittadini bolognesi.

Sui social sono disponibili testimonianze ed interviste che raccontano la determinazione dei volontari ed il progetto che i volontari vedono per la loro città una Bologna ancora più solidale. I cittadini che mettono in campo la loro professionalità, il loro tempo e la loro passione per costruire, grazie anche alla tradizione solidale e caritatevole che distingue Bologna ed i bolognesi, una struttura che accolga le persone con gravi difficoltà abitative.

Si ringraziano per le foto Stefano Canestrari e tutti i volontari che hanno condiviso subito le foto sui social media!!!

Sostieni il progetto clicca qui per diventare volontario anche tu.

Presenta un evento per sostenere il progetto Casa e Accoglienza. saremo felici di partecipare dandoti una mano. Clicca qui per presentarlo così potremmo valutarne la realizzazione.

 

tris